top of page
  • themoz0611

Relazione ai Signori Soci dal Presidente della Associazione

Cari Soci

Intendo con questa mia missiva inaugurare una stagione di addizionale comunicazione nel segno della più grande trasparenza, che ritengo un valore importante per un corpo associativo di natura volontaria come il nostro. Lo scrivente presidente è stato nominato dall’Assemblea ordinaria del 4 maggio 2023; mi trovo pertanto in carica, al momento di vergare queste righe, da poco più di 8 mesi.  

Avendo avuto la fortuna e l’onore di presiedere il 15° anniversario di fondazione della nostra Associazione, desidero stringere vieppiù il contatto con tutti i soci, fornirvi quante più informazioni possibili e aprire un ulteriore canale alla comunicazione fra di noi.

Desidero qui ricordare con ammirazione il lavoro fatto dai presidenti che mi hanno preceduto: Giorgio Vitangeli, Tommaso Manzo e Roberta Di Casimirro. Ognuno con il suo proprio stile ne ha portato la responsabilità ed ha rappresentato degnamente la nostra Associazione verso l’esterno, compiti precipui di ogni presidente.  Desidero naturalmente e per quanto quasi pleonastico, menzionare l’incessante azione di sviluppo e le felici iniziative, prima fra tutte l’ideazione del premio M.Arte, portate avanti in tutti questi anni dal Segretario Generale Gianfranco Spiezia, che continua con abnegazione a dedicarci molte delle sue migliori energie. L’associazione è fortunata ad avere un tale motore interno. Riprova ne sono gli oltre 500 eventi creati dalla fondazione ad oggi. Desidero anche menzionare, perché è giusto farlo, il lavoro del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Probi viri e del Collegio dei revisori, Tutti questi membri dedicano tempo ed energie notevoli allo scopo comune, con dedizione ammirevole e molto sentita. Ciò genera un dibattito talvolta molto acceso ma benefico nel quale tutti si prodigano in maniera assolutamente volontaria.

Per iniziare, sono felice di riportarvi qualche numero che indica lo stato di salute della nostra Associazione. Dopo essere partiti, con lungimiranza e coraggio nel 2009 con 14 fondatori, il numero dei soci registrati alla fine del 2022 era di 96; all’epoca della assemblea 2023 è stato di 127; a fine del 2023 tale numero era salito a 179, con un tasso di crescita annuale molto importante. Il 2024, appena apertosi, sta già registrando una decina di nuove adesioni. Tali dati ci vengono forniti dal Segretario. 

L’anno 2023, oltre a registrare il notevole incremento degli iscritti sopra menzionato ha evidenziato anche nuove iniziative, approvate dal Consiglio Direttivo, che intendo portare avanti, credendo nella necessità di una evoluzione della nostra Associazione che sia in linea con l’evolvere dei tempi e dei contesti di riferimento, senza per questo nulla perdere delle sue preziose tradizioni culturali di fondamento.

La prima novità è la trasformazione da Associazione ad Ente del Terzo Settore riconosciuto dal Ministero del Lavoro ed iscritto nell’apposito albo. Tale processo, un pochino complicato dal punto di vista burocratico-amministrativo è in corso, e speriamo di completarlo nel primo trimestre di quest’anno. Ciò ci consentirà di essere alla pari con le più prestigiose associazioni, ben più grandi di noi,  di far parte di una lista certificata di enti ritenuti meritevoli di tutela ed è una conferma esterna della nostra serietà; apporterà anche vantaggi importanti in quanto ogni donazione fattaci da enti o imprenditori sarà deducibile fiscalmente, facilitando per noi il fund-raising; non ultima la possibilità di ricevere la destinazione del 5 per mille di chiunque , soci o altri, volesse considerarci. Tutto ciò presuppone vincoli amministrativi e di rendicontazione più stringenti, cui dovremo adeguarci, ma non dobbiamo aver timore della trasparenza.

Una seconda novità consiste nella modifica statutaria che include nelle nostre attività principali anche la filantropia e le attività benefiche. Ritengo questa inclusione di grande importanza per noi, coerente con lo spirito costruttivo, inclusivo e di responsabilità sociale e umana della nostra associazione, e sto dedicando molti sforzi alla diffusione del nostro nome con lo scopo del reperimento di fondi da destinare ad opere di bene, in particolare al campo medico delle cure oncologiche.

Un terzo asse di sviluppo è il passaggio da una tipologia di eventi prevalentemente “interni”, come presentazione di libri o incontri in sede, ad una maggiore varietà di attività esterne. Esempio di questo approccio misto e più aperto all’esterno è l’elenco delle attività scelte dal nuovo Direttivo. Abbiamo avuto eventi molto interessanti in sede come la bellissima festa d’estate, un incontro di moda sul tema della strega, un incontro sull’economia, un incontro sulla canzone romana e la presentazione del libro di Federico Guidi. Ma abbiamo avuto anche una stupenda giornata di ippica, grazie al socio avv. Filippo Gargallo, l’interessante convegno tenuto alla sala capitolare del Senato sul tema delle politiche energetiche e del mercato elettrico, organizzato dal nostro Segretario Generale e  grazie all’Asi e al gruppo parlamentare di FdI, diverse passeggiate archeologiche organizzate dalla nostra Vice presidente Mirella Proia, e una stupenda cena natalizia con enorme partecipazione di soci, familiari ed amici, allietata da una tradizionale riffa svolta da Roberta di Casimirro con l’aiuto del Senatore Maurizio Gasparri, che sempre ci è vicino.

Un ulteriore aspetto che reputo imprescindibile oggi, e che ispira la mia azione, è la crescita dimensionale dell’Associazione attraverso l’opera di proselitismo e diffusione, per la quale invito tutti i soci a prendere iniziativa. L’impulso che registriamo è molto positivo, come dimostrano i numeri citati sopra. Stiamo registrando anche i primi successi nelle donazioni da privati imprenditori, oltre agli enti che generosamente ci hanno sostenuto in passato e che contiamo continuino a farlo in futuro. Come il proselitismo, ritengo che ogni socio che può, debba sentirsi impegnato nel reperimento di fondi; i quali saranno tutti e rigorosamente impiegati, come sempre, solo ed esclusivamente per gli scopi statutari.

Il 2024 si è aperto in maniera gioiosa con la menzionata festa di compleanno in sede e stiamo programmando un certo numero di eventi molto interessanti, da un convegno sul PNRR alla Camera, a un grande evento celebrativo dei 100 anni dell’Aeronautica Militare, a una vista a palazzo Senatorio in Campidoglio e successivamente ai Fori romani nella data fatidica del 21 aprile a un concerto pianistico . E naturalmente il Direttivo è molto impegnato nella organizzazione del 5° premio M.Arte che costituisce un evento di importanza capitale per tutti noi, il nostro fiore all’occhiello.

Sono felice di informarvi che è stato riaperto e rigenerato, per quanto tecnicamente possibile, il nuovo sito internet dell’Associazione, che ne costituisce il primo biglietto di presentazione e consultazione all’esterno. Uno strumento imprescindibile oggi e che invito tutti a vistare in quanto contiene tutti gli eventi passati e futuri, comprensivi di foto, video e stampa.   

Ci tengo ad informarvi che dal punto di vista finanziario l’Associazione è in equilibrio economico grazie al contributo ordinario dei Soci, ai contributi straordinari dei membri del Direttivo e ai contributi di alcuni enti sostenitori. A fine 2023 la tesoreria riportava un saldo attivo superiore ai 5000 euro. È mia intenzione, dal 2024, e coerentemente con gli impegni di ente certificato del terzo settore, limitare al massimo l’uso del contante, procedere ad una gestione bancaria più digitale e rendicontare ogni entrata ed uscita in maniera formale.

Il mio desiderio è che la nostra Associazione, formata da persone eccellenti, generose e di grande spessore umano e culturale, mantenga le sue forti radici tradizionali e contemporaneamente evolva assieme coi tempi per giocare un ruolo più visibile nel panorama non solo romano ma nazionale. Altresì vorrei che tutti i soci, i loro familiari e amici, partecipassero spesso alle iniziative che il Consiglio Direttivo organizza. In sostanza l’idea è che si pensi a M.Arte come una casa calda e amichevole, che abbia posto e accoglienza per tutti, ove il dibattito culturale e le idee sono bene accette, e la trasparenza di un edificio di vetro.   Ne abbiamo le qualità.

Auguro a tutti i soci e ai loro cari un meraviglioso anno 2024

 

Il Presidente

Prof. Vittorio de Pedys

 

Roma, 2 febbraio 2024

62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page